L’8 marzo lotta anche sui social: partecipa alla tweet storm globale!

tweet_storm_8_marzo

L’8 marzo è alle porte e in ogni parte d’Italia ci si sta preparando per scendere in piazza e aderire allo sciopero globale delle donne a cui hanno aderito ormai oltre 40 Paesi.

Ma ci sono anche tanti altri modi per partecipare alla protesta e far sentire la propria voce contro la violenza di genere! Uno di questi è la condivisione sui social delle rivendicazioni femministe di questa giornata.

Per questo è stata organizzata una Twitter storm (tempesta) globale che inizierà in tutto il mondo alle 23 (ora italiana) del 7 marzo e continuerà per tutta la giornata dell’8.

Gli hashtag da utilizzare verranno lanciati in due momenti diversi dall’account Twitter di Non una di meno: il primo, l’hashtag per fare rete a livello internazionale, alle 23 del 7 marzo; il secondo, in italiano, la mattina dell’8.

“La chiamata che stiamo facendo a tutte le compagne – si legge nell’apposito evento Facebook – è questa: esprimiamo la forza delle nostre connessioni anche sulla Rete, coordiniamoci per invadere i social network, usando il web come strumento per unirci, allearci e non lasciare nessuna indietro: perché ‘se toccano una toccano tutte’, e ‘tutte’ è il mondo intero… Questo sciopero vogliamo viverlo nella totalità della sua durata e nella pienezza della sua spazialità: attraversando tutti i fusi orari, saremo una marea che percorre il mondo intero con un flusso di tweet che travalica ogni frontiera!”.

Frasi per la tweet storm dell’8 marzo

Ecco qualche spunto per partecipare alla tweet storm: ti suggeriamo alcuni dei possibili messaggi da usare divisi per argomento e di seguito anche qualche foto e gif utili, diffusi dalla rete di Non una di meno.

Ricorda che ad ogni frase andranno aggiunti gli hashtag che saranno lanciati dall’account di Non una di meno il 7 marzo alle 23 e la mattina dell’8!
Corpo, salute e diritti riproduttivi

I nostri corpi non sono oggetti, le donne non sono vittime passive!
Vogliamo l’aborto libero e gratuito e l’abolizione dell’obiezione di coscienza!
Scioperiamo contro ogni violenza ostetrica!
Sui nostri corpi e sulla nostra salute, decidiamo noi
Più educazione e formazione su contraccettivi e malattie sessuali!
Obietta su sta fregna!
Ma quale stato, ma quale dio: sul mio corpo decido io!
Vogliamo consultori aperti per donne e persone Lgbtqi

Violenza

L’unica vera risposta alla violenza è l’autonomia delle donne
Contro ogni forma di violenza, da quella psicologica alle molestie sessuali sul lavoro
Contro i modelli stereotipati di genere, oggi sciopero per essere come mi voglio!
Contro l’immaginario sessista che discrimina lesbiche, gay, bisessuali e trans
Contro ogni intervento repressivo ed emergenziale come risposta alla violenza sulle donne!
Per centri antiviolenza femministi, laici e autonomi gestiti dalle donne!
Contro la trasformazione dei centri antiviolenza in servizi assistenziali
Vogliamo accesso immediato alla giustizia: no alla vittimizzazione delle donne!

Educazione e formazione

Contro la violenza eteronormativa, educazione alla sessualità nelle scuole
Il femminismo non è un tema è un approccio, diffondiamolo ovunque!
Il binarismo è per i computer, oggi sciopero dei e dai generi!
Contro la sterile promozione delle pari opportunità, saperi critici sui generi
Più autoformazione sulle questioni di genere in scuola e università!

Lavoro

Se le nostre vite non valgono, noi scioperiamo e non produciamo!
Scioperiamo contro il ricatto della precarietà
Per uscire da relazioni violente, chiediamo un reddito di autodeterminazione!
Per liberarci dall’obbligo di lavorare sempre di più, welfare e reddito per tutte!
Welfare per tutte organizzato a partire dai bisogni delle donne!

Femminismo migrante

Vogliamo essere libere di muoverci e di restare, di avere diritti dovunque andiamo!
Accesso a sanità e giustizia per tutte: con o senza figli, residenti e straniere
Contro ogni frontiera, chiediamo permesso e diritti sui corpi di tutte le migranti!
Diamo asilo a tutte le migranti che hanno subito violenza!
Contro la violenza delle frontiere, dei CIE, delle deportazioni che ostacolano la libertà
Sosteniamo le lotte delle migranti contro il sistema securitario dell’accoglienza

Slogan in inglese

We stand for every violence against women!
My body, my choice. Get your hands off my uterus!
Our bodies are not objects, the women are not passive victims!
We strike against all the borders, we stand for visas and same rights for all migrants!
We strike against every fascist act, migrants must NOT be left behind!

Immagini per la tweet storm dell’8 marzo

Per unire qualche immagine efficace alle parole, ecco qualche link dove trovare immagini da usare nei vostri tweet sempre da abbinare agli hashtag che saranno lanciati dall’account di Non una di meno il 7 marzo alle 23 e la mattina dell’8!

Gli “adesivi” sullo sciopero del Fuxia Block: https://goo.gl/VOlXjc

Gli 8 punti per l’8 marzo: https://goo.gl/rgNhv9

Audre Lorde per Non una di meno: https://goo.gl/88l3Yb

Gif sull’educazione alle differenze: https://goo.gl/8kMCK7
Gif di Beyoncé 1: http://gph.is/2k48QzG
Gif di Beyoncé 2: http://gph.is/2mYU2zd
Gif delle Powerpuff Girls: http://gph.is/2mnniTX
Gif di Eva Green: http://gph.is/2kUhJLc
Gif di Danish Girl: http://gph.is/2k4G8tJ
Gif di Priscilla: http://gph.is/2k44Vmp
L’8 marzo facciamo rete anche sulla Rete contro il patriarcato!

tw

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...