SOS ABORTO: a 42 anni dal referendum sulla legge 194 gli obiettori la bloccano!

ginecologi-tagliata sito

L’italia si colloca in cima alla lista dei Paesi col maggior numero di obiettori di coscienza negli ospedali pubblici. A queste statistiche va aggiunto il peso del sanità privata cattolica e mancano tutti i farmacisti che, illegalmente e illegittimamente, si dichiarano obiettori in maniera informale e si rifiutano di vendere la pillola del giorno dopo o dei cinque giorni dopo.

L’articolo 9 della 194 parla di “diritto all’obiezione”, un diritto sul corpo di altre, quando dovremmo parlare invece di diritto alla sanità gratuita e garantita a tutt*, senza distinzione di età, etnia e senza una classificazione binaria di genere M-F. Dovremmo parlare di consultori come luoghi dove le scelte sui nostri corpi non vengano ostacolate da associazioni antichoice, dove l’aborto non sia incanalato in un percorso psicologico e di motivazione, dove la sessualità e il piacere femminile non siano tabù.

Perché l’obiezione è solo uno dei tanti volti di quella che chiamiamo violenza di genere: viviamo in una società che tramite un welfare familistico e non universale non ci permette di autodeterminarci e ci relega all’interno di un nucleo familiare o di una relazione. Una società che attraverso la violenza istituzionale, giuridica, culturale, continua a privarci della possibilità di scegliere sul nostro corpo, considerando la sessualità femminile finalizzata solo alla riproduzione.

La vostra “coscienza” è un peso che dobbiamo pagare noi, quando in farmacia non ci date la pillola del giorno dopo, quando non ci permettere di decidere tra l’IVG chirurgica e farmacologica, quando ci impedite di abortire o ci costringete in situazioni ostetriche disumane. E’ un peso che sono costretti a pagare anche i vostri colleghi non obiettori, che scegliendo di performare le IVG sono spesso rilegati a fare solo quello per coprire tutti i turni e che in molti casi si ritrovano a dover combattere in ambienti lavorativi ostili se il primario è obiettore di coscienza.

SOS aborto! Ci vogliamo vive!

Scarica l’infografica in pdf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...