Condanna alla violenza sessista, maschilista e transfobica di Sanremo

Non Una Di Meno, in nome del fatto che è una vera donna chiunque senta di esserlo:

donne trans, donne intersex, lesbiche e soggettività altre, condanna senza se e senza ma l’atteggiamento di Michele Foresta, in arte Mago Forest, che, durante la serata di Sanremo del 7 febbraio, ha insultato con una battuta tutte le persone e le identità trans stilando classifiche e distinguendo fra donne vere e trans in maniera dispregiativa e sessista: “Di solito noi prendiamo cinque trans e una donna vera, lo sfigato che perde si cucca la donna vera, perché non vieni anche tu Claudio?”

Assistiamo per l’ennesima volta, su una rete pubblica nazionale, a una violenza mediatica e maschilista su noi donne tutte. Come se il mondo fosse diviso in uomini e donne “vere” e il resto fosse invece uno “scherzo della natura”, e si potessero calpestare i diritti umani e la dignità di tante e di tutt*.

Nuovamente il patriarcato che ci domina da millenni manifesta sul nostro mondo il suo disprezzo, la sua volontà di umiliarci e annientarci nella nostra molteplicità e diversità, nel nostro voler vivere in trans-ito, in attraversamento e cambiamento, nel nostro essere al di là degli stereotipi, dei vincoli e del dominio imposto dall’etero-patriarcato e dal binarismo di genere.

Trans deriva dal latino e vuol dire appunto al di là, spingersi avanti, percorrere, superare. Per questo ci definiamo transfemministe, per questo saremo a Macerata “donne vere” tutte.

Noi vogliamo abbattere e superare tutti gli steccati, le classificazioni, le violenze perpetrate su di noi da sempre.

Anche per il continuo ripetersi di questi episodi sessisti e transfobici, l’8 Marzo scioperiamo, RIGENERANDOCI LIBERAMENTE.

SCIOPERIAMO DALLA MISOGINIA, DALL’OMOFOBIA, DALLA TRANSFOBIA.

E lanciamo la campagna di sensibilizzazione culturale #riGENERIamociliberaMENTE per la depatologizzazione/depsichiatrizzazione di tutte le soggettività trans, con particolare riferimento al CAMBIAMENTO DELLA LEGGE 164/1982 e contro la medicalizzazione forzata e le mutilazioni imposte sui corpi delle persone intersex.

09/02/2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...